Cover Technology

Proseguono le attività formative partecipate da A.I.A.

Anche nell'attuale fase di limitazioni dovute all'emergenza sanitaria sono state messe in campo diverse attività di formazione a distanza, dai corsi organizzati dal Polo di Formazione per lo Sviluppo Agro Zootecnico alla partecipazione come relatori alle iniziative della Sib

Sono proseguite anche nel mese di marzo le attività formative - nella modalità “a distanza” resesi necessarie a causa delle limitazioni dovute all’emergenza sanitaria da Covid-19 – che hanno visto la partecipazione, come relatori e auditori, di rappresentanti di A.I.A.

 

 

In particolare, si segnalano i corsi tenuti on-line  organizzati dal Polo di Formazione per lo Sviluppo Agro Zootecnico (struttura formativa con sede a Maccarese, partecipata da numerosi e qualificati partners e dall’Associazione Italiana Allevatori), che hanno visto collegato dagli Usa il direttore del Comitato Scientifico del Polo, il professor Paolo Moroni, trattare l’importante tema dell’asciutta selettiva nell’allevamento bovino da latte.

 

Alla sessione in videoconferenza si sono iscritti centinaia di partecipanti, tra i quali molti tecnici ed allevatori anche dall’Italia.

 

Sottolineata, tra l’altro, la validità ed affidabilità dell’organizzazione dei Controlli Funzionali adottata dal Sistema Allevatori italiano. Il prossimo corso online, sul tema “Streptococcus uberis e mastiti; cosa sta cambiando a livello epidemiologico “ è già in programma per venerdì 3 aprile 2020, a partire dalle ore 18, cui ne seguiranno altri che saranno a breve pubblicizzati dal Polo di Formazione di Maccarese.

 

 

Un’altra iniziativa, che ha riscosso un grande successo, si è tenuta ieri, martedì 31 marzo, organizzata dalla Sib (Società Italiana di Buiatria) sull’utilizzo del software di A.I.A. “Si@LlevA” per la valutazione nella gestione aziendale, realizzato con la collaborazione dell’Associazione Italiana Allevatori e dell’Ara dell’Emilia-Romagna.

 

Nel corso dell’evento, molto interesse hanno suscitato le presentazioni curate ai tecnici del Sistema Allevatori, e numerose sono state le richieste di approfondimento sulle funzionalità della nuova app  di “Si@LlevA”.

 

 

“Nonostante la fase emergenziale e le criticità che coinvolgono pesantemente anche il mondo zootecnico – dichiara il direttore generale di A.I.A., Roberto Maddé – il Sistema Allevatori nazionale vuole rimanere propositivo e, soprattutto, gettare le basi e tenersi pronto alla sfida della ripartenza nella quale tutti saranno chiamati a dare un contributo decisivo e innovativo, anche in termini di idee e strategie.

 

Per questo la formazione e la programmazione restano, a maggior ragione, pilastri fondamentali della nostra attività, e la grande partecipazione a queste ultime iniziative sono un segnale importante e di fiducia”.

 

Roma, mercoledì 1° aprile 2020

 

Ufficio stampa A.I.A.

 

REDAZIONE


Fonte: A.I.A. Associazione Italiana Allevatori
Camillo Mammarella

Commenti

FORMAZIONE: leggi anche...