Cover Technology

Le bettole una delle riunioni top dell´estate con i premi dedicati a Giovanni Borghi e Mario Benetti!

Presentazione

Questa sera Le Bettole hanno il piacere di offrire al pubblico uno dei menù più sfiziosi dell’estate.

Non uno scontato piatto unico ma ben sei portate super non solo d’immagine ma anche dal punto di vista tecnico Spettacolare appuntamento davvero all’ippodromo prealpino grazie ai due handicap principali in programma, intitolati come tradizione, alla memoria di Giovanni Borghi e di Mario Benetti, due Cavalieri dello Repubblica Italiana, nominati dall’allora Presidente del Consiglio per meriti economici-lavorativi (il Cumenda) e sportivi (Er Sor Mario).

Tra i due non poteva mancare il tradizionale Fondazione Molina (prova in preparazione al Città di Varese), senza dimenticare i Premi Welma e Paolo Castellini e il Luigi Orrigoni (c’è in palio in entrambi il lasciapassare per il Criterium…) nei quali saranno impegnati ovviamente i puledri di 2 anni divisi per sesso.

A chiudere un palinsesto da mille e una notte il Rotary Club Lago Maggiore, che vedrà impegnati i dilettanti e il Samarate in chiusura di convegno.

 

PREMIO GIOVANNI BORGHI

La corsa in onore del mitico fondatore della Ignis, Giovanni Borghi, nominato Cavaliere del lavoro, dal 1959 parte integrante del consiglio direttivo della “Società Varesina Incremento Corse”, nonché padre dell’attuale presidente Guido, è una classica del circuito prealpino, da anni ormai specialità per “miler” di rango. Una delle corse più sentite da tutta Varese, dagli addetti ai lavori come da tutta la cittadinanza, perché “Il Cumenda” è stato un big non solo per quanto riguardo l’aspetto prettamente ippico – sportivo, ma soprattutto sotto il profilo umano. E pensare che alle corse si era avvicinato quasi per sfida, per completare la serie di tutti gli sport che facevano capo a Comerio. Ma d’ippica si innamorò subito, una passione particolare legata non solo alla gara in sé nel senso della prestazione del cavallo ma anche, semmai, allo spettacolo e allo splendore che le corse riservano, all’emozioni che regalano in particolare se legate alle scommesse e al gioco.

 

 

PREMIO MARIO BENETTI

Di eguale rilevanza emotiva la prova in ricordo del grande Mario Benetti (“Er Sor Mario” per tutti), allenatore storico, simbolo di serietà e di professionalità, esempio da seguire per i trainer di oggi, emblema ed orgoglio del galoppo varesino. Questo grande trainer dall’estrema professionalità e dall’innato carisma è stato per anni ai vertici della speciale classifica allenatori del nord Italia. Vincitore di tutte le classiche prealpine, in particolare di ben quattro Gran Premi Città di Varese. Il “Sor Mario” si era talmente affezionato alla Città Giardino tanto da farne la sua residenza assieme alla moglie e a Gaetano, figlio d’arte a cui ha lasciato il pesante testimone e che è poi riuscito a regalare alla sua famiglia il prestigioso quinto sigillo nel Gran Premio, la classica più amata dal pubblico varesino.

 

Uno sguardo al sociale con il FONDAZIONE MOLINA ONLUS

Il Premio Fondazione Molina ha da qualche anno un sapore molto particolare visto che è legato alla solidarietà. Un connubio esclusivo tra la Varesina e il centro Molina per conseguire una raccolta di fondi a favore appunto di questa Fondazione. Un occasione particolare sarà la cena di gala in programma durante la serata nella quale si svolgerà anche una speciale lotteria alla quale potranno partecipare tutti gli spettatori delle Bettole e il ricavato verrà ovviamente devoluto alla Fondazione. Per informazioni e posti disponibili per la cena contattare direttamente la segreteria dell’ippodromo.

 

Prossimo appuntamento martedì 19 luglio con in programma il Premio quotidiano La Provincia di Varese..
 


Pronostici
 

1) Si parte la prima delle due condizionate per puledri. In pista i maschietti con Wet And Wild che ha corso senza demeritare il De Montel e se la dovrà vedere con i compagni di training Winston e Frajni, Distinction che rende qualche chilo, ma soprattutto con Porter House che ha ben impressionato nel vincente debutto livornese.

N.F.: Wet And Wild (4), Porter House (3).

 

2) Robby Girl, ritornata sul suo standard, vale la nomination in considerazione del bel finale nell’ultima sortita. Funkmasterflex e Rioferro sono due rivali da rispettare così come Exigeant e Red Simple, mentre la sorpresa si chiama Blu air Zone.

N.F.: Robby Girl (6), Funkmasterflex (2), Rioferro (4).

 

3) Ecco la prova per le femmine di due anni. Nonostante debba rendere del peso Horse And The City pare aver palesato dei buoni mezzi e ha già peraltro vinto sul tracciato. A lei i favori del pronostico su Lady Icy, Padelle e Buchi e su Master Cross, che si presenta con una bella vittoria milanese nell’unica corsa disputata.

N.F.: Horse And The City (4), Lady Icy (5), Padelle E Buchi (8).

 

4) Siamo al Benetti. Le due del team Botti accentrano e non poco il pronostico. Leggera preferenza per la più esperta Shinicamon sulla 3 anni Fugnina. Defaillance, Sadowa Destination (occhio sul pesante) e l’enigmatica Mantissa (volante sul tracciato) le rivali più temibili, sorprese le altre ovvero Itasip, Titova, Big Pandora e Do Right.

N.F.: Shinicamon (1), Fugnina (2), Defaillance (5).

 

5) Piuttosto intricata questa edizione del Fondazione Molina. Piace Biasimo, di recente tornato al successo e capace di replicare prontamente. Lord Lampo in forma super guadagna diversi chili al favorito ed è pronto a sovvertire la linea. Occhio ad un altro pesino, quello di Cernobbio, poi Selinus ed Invisibile.

N.F.: Biasimo (9), Lord Lampo (2), Cernobbio (10).

 

6) Un Borghi davvero rompicapo. Lost In The Desert non smette di stupire e di rientro dal successo nel Po, vuole far bene anche sul tracciato prealpino. Place In The Sun è un altro soggetto che ha scalato le categorie, si va con la loro forma. Air Crew ha un peso da sparo, va tenuto in stretta considerazione, poi Bivago, Apro Lunare e Delrock.

N.F.: Lost In The Desert (7), Place In The Sun (8), Air Crew (2).

 

7) Proviamo in cima alle preferenze Castelletto, appartenete ad un team in formissima come il jockey che lo interpreta. Le due discrete prestazioni fornite sulla pista confermano il suo ruolo. Colosseum, Hollow Bastion e Dockstream le principali minacce poi le sorprese di Varsos e Silvia’s Pride.

N.F.: Castelletto (6), Colosseum (2), Holloe Bastion (4).

 


 

 

Jacopo D´Elia

Commenti