Footall

Le Siepi, Francesca Arioldi mette tutti in riga e vince il Gp.

La giovane amazzone lombarda ha vinto il Gran Premio città di Cervia lasciandosi alle spalle il fuoriclasse svizzero Paul Estermann e persino papà Roberto, quarto dietro a Roberto Prandi. Vittorie anche in casa Patrese: sia Riccardo che il piccolo Lorenzo si sono fatti onore sui percorsi disegnati da Elio Travagliati e Giorgio Bernardi.

francesca-arioldi(1).jpg
Francesca Arioldi in sella ad Ambra 83, vincitori del GP città di Cervia (foto: Elio Paganelli) riccardo-lorenzo-patrese.jpg
Da sx Riccardo e Lorenzo Patrese (foto: Elio Paganelli)

Diciannove anni, Aviere scelto dell’aeronautica militare da poco più di un anno, a Francesca Arioldi l’etichetta di figlia d’arte va già un po’ stretta.  La sua attività agonistica inizia a 8 anni e nel 2006 fa il suo esordio nel Campionato Europeo di Istanbul, ottenendo l’11° posto individuale. Entra a far parte della rappresentativa italiana e partecipa a numerose Coppe delle Nazioni e a 6 Campionati europei giovanili. Dunque non sorprende che ieri abbia battuto fior fiori di cavalieri e si sia aggiudicata il Gran Premio città di Cervia del circolo ippico Le Siepi.

 

Alla conclusione del  primo giro sui quaranta partenti solo la Arioldi e Paul Estermann potevano presentarsi al barrage senza penalità. Dunque il secondo giro si profilava come una sfida a due. Da una parte una giovane amazzone tra le più promettenti del panorama nazionale e dall’altra un fuoriclasse dell’equitazione svizzera e internazionale con decenni diesperienza alle spalle.

 

Entrambi hanno portato a termine senza errori anche il barrage, ma Francesca in sella a Ambra 83 ha messo il turbo chiudendo la gara con oltre un secondo di vantaggio (40,40) sul campione elvetico (41,55), che, assieme al suo dieci anni irlandese Castlefield Eclipse, si è così dovuto accontentare della piazza d’onore. Terzo gradino del podio per Roberto Prandi in sella a Ala del Castegno (1/0, 43,88) e quarta posizione per il papà di Francesca, l’inossidabile Roberto Arioldi (4/0, 39,33), che pur essendo stato il più veloce di tutti ha pagato caro l’errore commesso nel percorso base.

 

Arioldi senior si è però consolato con l’altra gara “grossa” della giornata, la 135, che ha vinto in sella a Loro Piana Utile (0, 53,93). Alle sue spalle secondo posto per Andres Penalosa e Zidane (0, 54,57) e terza piazza per Aldo Intagliato su White Spirit (0, 55) . Da segnalare, infine, l’ottimo medagliere di casa Patrese. L’ex pilota di Formula 1, infatti, ha vinto la categoria 115 sia venerdì che sabato, mentre il figlio Lorenzo, di appena 8anni, in sella al suo pony ha fatto l’en plein, portandosi a casa la vittoria della sua categoria, la B80, tutti e tre i giorni.

 

La stagione agonistica delle Siepi per il mese di maggio vede in calendario altri due concorsi: un Nazionale, il 18 e 19, e i Campionati regionali dal 31 maggio al 2 giugno.

Redazione
Fonte: Il Portale del Cavallo

Commenti

SALTO OSTACOLI: leggi anche...