Volkswagen Tuareg
Arcoveggio: Resoconto 72° GRAN PREMIO DELLA REPUBBLICA Sisal Matchpoint

Arcoveggio: Resoconto 72° GRAN PREMIO DELLA REPUBBLICA Sisal Matchpoint

Un caldo "Repubblica" premia Victor Ferm

Domenica dalla spiccata caratura tecnica all’Arcoveggio teatro della 72a edizione del Gran Premio della Repubblica Sisal Matchpoint, da qualche tempo in versione pomeridiana dopo lustri nel ruolo di primo evento classico by night.


Dieci anziani dalla rodata esperienza e dalla classe cristallina si sono battuti a suon di parziali di fronte ad un folto ed accalorato pubblico, accorso sulle tribune felsinee attratto da uno splendido scenario estivo e da una sfida senza un vero e proprio favorito.

Dal chiacchierato Vicino Mec al regolare  Unno Del Duomo le prime scelte  del betting, sensibile anche alla eccellente collocazione tattica di Stella Di Azzurra e dalla forma di Showmar, sempre per rimanere in prima fila, mentre Uragano Trebì ed in parte dal sauro Vernissage Grif tenevano alte le sorti del secondo schieramento.

 

Dopo un segnale richiamato, lotta nelle fasi iniziali con Showmar pressato al largo da Tina Turner, poi, Stella di Azzurra alla corda, Vicino Mec all’esterno e Victor Ferm in terza corsia, Demos Racing allo steccato e Uragano Trebì a muovere sul gruppo di testa dopo un giro veloce, che costringe Tina Turner fuori gioco. Al passaggio, Showmar e Vicino Mec continuano a dibattere, avendo ai fianchi Victor Ferm sulle cui tracce si getta Uragano Trebi pedinato da Unno del Duomo.

 

All’ingresso in retta, il leader si arrende, Vicino Mec sembra poter passare ma si getta di galoppo: è così che Victor Ferm sìnvola verso il traguardo, vincendo  in 1.11.7 con Santo Mollo alle redini e Mauro Baroncini alla regia; secondo, dopo gara  a centro gruppo, Vernissage Grif, terzo  Deimos Racing tornato ad eccellenti livelli agonistici.

 

Tre anni in apertura con la giubba gialla del team Gocciadoro ai vertici del pronostico in virtù delle voci che precedevano la performance della nuova allieva Always Ek, la quale confermava le previsioni della vigilia affermandosi piuttosto agevolmente in 1.14.9  sui superstiti delle numerose rotture, Another One Mow e Alicante. 

 

Alla seconda, gentlemen ed anziani sul miglio e fuga in avanti di Seduttore Park e Marco Scarton dominatori in 1.13.9 nei confronti di un tonico Velez D’Aghi, oggi nell’inedita partnership con Michele Canali, terze Visy Pan e Michela Rossi.


Balzo in alto dell’asticella qualitativa con l’avvento della terza corsa, affollata sfida sui due giri di pista riservata ai cadetti che gli ospiti piemontesi Ziacarla e Andrea Guzzinati si sono aggiudicati  nel pieno rispetto del pronostico, davanti a Zapotec Del Falco e Zahidan Best che aveva condotto sin dal via.


Alla quarta, en plein del primo nastro con Naldo Benal e Vp Dell'Annunziata preminenti su Power Treb e Tation Cup Sm. Cronometri bollenti alla quinta corsa, miglio per cadetti dal passato classico che Zefiro Bell  ha vinto alla maniera forte e a media di 1.12.2, con Enrico Bellei alle redini dopo aver scardinato le resistenze di Zaffiro Roc, poi quarto, preceduto da un sorprendente Zenit Del Duomo e dal ritrovato Zigolo De Buty.

 

Tre anni alla sesta e due campionesse a sfidarsi sul miglio, una, la recorder mondiale sulla media distanza in pista da 800 metri, Amber Prad, l’altra la primaserie Ambra Grif reduce dal secondo posto nel Cacciari ed entrambe si sono sobbarcate onerosi percorsi esterni marcandosi lungo i due giri pista braccando la leader Alissa Trio sino a pochi metri dal palo, quando l’allieva di Marco Stefani si è gettata di galoppo, Ambra ha ceduto le armi e sulla preminente Amber Prad si è gettato Al Pacino Treb, beffandola di un corto muso a media di 1.13.2 .

 

Medie siderali anche nel prosieguo, con Up Right Bi vincitore in 1.11.3 dopo gara d’avanguardia ben condotto da Roberto Andreghetti e piazzamenti di peso per un tonico Tinto e per Ursus Caf.

 

In chiusura maratona Tqq e solo un secondo posto per il favorito Tantalio, battuto da Soho Dei Greppi che Antonio di Nardo ha incuneato al suo interno, mentre Ubi Jet ha preceduto il movimentatore Sonny Club e la positiva Un De Bay per le posizioni funzionali ai ticket legati a tris, quartè e quintè. Media del vincitore di 1.14.8 e quote del totalizzatore di euro 189,16 per la tris, 521,80 al quartè e 4.867.00 per una quintè che ha goduto del ricco jackpot ereditato dalla giornata di ieri.

 

E appuntamento domenica prossima, per l'ultima riunione bolognese prima del "trasloco" a Cesena.

 

 

redazione
Fonte: Ufficio Stampa Arcoveggio

Commenti

IPPICA: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL elektronik sigara likit