EcoPlus

Euroturtles: il progetto per difendere le tartarughe marine

Appuntamento a Policoro dove questi piccoli animali da Giugno in poi cominceranno a deporre le uova sotto la sabbia.

turtle-863336_960_720.jpg

Biologi, veterinari, ricercatori, staff e volontari WWF dei centri di recupero si sono dati appuntamento a Policoro, presso l’Oasi WWF (che ospita un importante Centro tartarughe) per fare il punto sul progetto Euroturtles e sulla nuova stagione estiva alle porte, come sempre fondamentale per questi rettili marini che da giugno in poi cominceranno a deporre le loro uova sotto la sabbia.

”Questa due giorni ha dimostrato come l’azione congiunta di chi fa ricerca, di chi si dedica al recupero degli esemplari che incappano in lenze e reti, e chi fa divulgazione e sensibilizzazione verso il pubblico può portare a grandi risultati di conservazione per la Caretta caretta in Mediterraneo – ha dichiarato Isabella Pratesi, Direttore Conservazione del WWF Italia presente a Policoro -.

Gestione della pesca e sensibilizzazione dei pescatori, tutela dei nidi e ricerca scientifica su questi straordinari rettili marini, per conoscerne meglio abitudini e spostamenti sono le azioni fondamentali che come WWF già svolgiamo e che implementeremo grazie al Progetto Euroturtles.

Le tartarughe marine sono una specie altamente simbolica, ci siamo resi conto in questi anni di quanto la gente le ami, forse perché uniscono terra e mare.

Basti dire che ogni anno centinaia di volontari partecipano ai campi di sorveglianza dei nidi organizzati dal WWF. Per questa specie il lavoro dei volontari puo’ davvero fare la differenza, come quando si organizzano vere e proprie staffette per portare gli animali in difficoltà ai centri di recupero”.

Redazione
Fonte: nelcuore.org

Commenti

ANIMALI: leggi anche...