Volkswagen Tuareg

Grufi, il cinghiale addomesticato ucciso da un cacciatore. Partita la querela di Gaia Animali e Ambiente

Grufi era un cinghiale addomesticato. Uno dei tanti orfani che vagano soli per le campagne dopo aver perso le madri a causa della caccia. Trovato sul ciglio della strada 4 anni fa, stremato, è stato accudito e cresciuto amorevolmente in un luogo idoneo: un terreno privato in un maneggio in provincia di Savona

_2017/74396948_1399762610173875_6711479895760830464_n-1-ok.jpg


La vita di Grufi è stata interrotta alcuni giorni fa da un fucile da caccia. C’è un indagato dalle forze dell’ordine, un cacciatore di 75 anni, e ci sono testimoni. Il cacciatore ha visto Grufi all’interno della recinzione e gli ha sparato.


Probabilmente, abituato alla presenza delle persone, Grufi non è neppure scappato. L’anziano cacciatore evidentemente non ha nemmeno riflettuto sul perché Grufi fosse all’interno di un terreno privato, non ha pensato che potesse far parte di una famiglia. O anche semplicemente che fosse lì a passare la propria vita in sicurezza, in un luogo in cui la violenza non sarebbe dovuta entrare.


Come presidente di Gaia Animali E Ambiente ho firmato denuncia – querela, redatta dalla bravissima avvocatessa di Gaia Lex Bologna, Francesca Bettocchi. Gaia Animali & Ambiente si riserva di costituirsi parte civile nell’istaurando procedimento penale. Dobbiamo fermare crudeltà, barbarie e illegalità.


Qui Grufi, quando era felice, prima di incontrare il demonio…

Redazione
Fonte: Gaia Animali e Ambiente Unlus

Commenti

ANIMALI: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL elektronik sigara likit