Nord Piave

La legge sulla tutela degli animali d'affezione e prevenzione del randagismo in Lombardia è salva

Ora l'impegno di tutte le associazioni animaliste prosegue per la scrittura del Regolamento attuativo

cane-est.jpg

Reintrodotti tutti i principi generali come il riconoscimento delle colonie feline, l'obbligo di apertura al pubblico dei canili almeno 4 giorni a settimana, obblighi delle Asl su interventi sanitari come il pronto soccorso per animali vaganti e gatti liberi rinvenuti feriti.


Peccato che la Regione Lombardia abbia coinvolto le associazioni solo dopo la mobilitazione di 75 associazioni animaliste (tra le quali Gaia Animali & Ambiente e Diamoci La Zampa) che hanno firmato un appello ai consiglieri, e che non siano state accolte ulteriori proposte migliorative.


A 10 anni dall'approvazione della legge originaria ci si aspetterebbe di fare dei passi in avanti e non di dovere lavorare per mantenere quanto già c'è...


Ora l'impegno di Lav, Gaia, Enpa, La Collina dei Conigli, Diamoci La zampa e di tutte le associazioni prosegue per la scrittura del Regolamento attuativo (in cui cercheremo di introdurre anche divieto della catena, l'anagrafe felina, divieto vendita ambulante nei mercati, e altro ancora).


 

>Altre informazioni riguardo animali e ambiente su www.gaiaitalia.it

Redazione
Fonte: GAIA ANIMALI & AMBIENTE ONLUS

Commenti

ANIMALI: leggi anche...