EcoPlus

Lo sapevate che... La capra Markhor è a rischio di estinzione?

La principale causa della scomparsa di questa specie è la caccia per le corna, alle quali vengono attribuite presunte proprietà mediche

markhor.jpg

La capra Markhor è una grossa specie di capra selvatica presente in Afghanistan, Pakistan e India. La specie viene considerata in pericolo poichè ne rimangono meno di 2500 esemplari adulti in diminuzione.


Sono famose per le loro enormi corna a spirale che crescono sulla testa dei maschi adulti, le quali possono raggiungere la lunghezza di 1,60 metri. Anche gli esemplari femmina ne sono provviste, però la lunghezza in queste ultime non supera i 25 centimetri.


Alcuni ritengono che il nome Markhor di questa specie indichi il fatto che sia abile nell'uccidere i serpenti o un semplice riferimento alle sue corna sontuose, simili a serpenti attorcigliati.


Secondo la leggenda sarebbe in grado di uccidere i serpenti.


Il markhor è alto 70–110 cm e può pesare 32–110 kg, è considerata tra le specie di Capra più alta. Il mantello è brizzolato dal marrone chiaro al nero, ruvido e corto.


Quest animali si sono adattati a vivere in zone montuosi e si possono trovare in quote comprese tra i 600 e i 3600 metri. Solitamente vivono in foreste composte da querce, pini e ginepri.


In primavera ed estate si nutrono di erba, ma in inverno brucano le foglie, rimanendo talvolta ritti sulle zampe posteriori per raggiungere meglio i rami più alti. Durante la stagione degli amori i maschi combattono tra di loro, incastrando le corna nel tentativo di far perdere l'equilibrio all'avversario. Questa specie ha una gestazione di 160 giorni e nascono generalmente due piccoli.


Tra i cacciatori dell'India il markhor era considerato una delle prede più stimolanti, a causa dei pericoli che venivano corsi nell'avvicinamento e nell'inseguimento di questo animale sugli elevati terreni montuosi. Sebbene in Afghanistan la caccia al markhor sia illegale, questo animale viene da sempre cacciato nel Nuristan e nel Laghman e tale pratica si è addirittura intensificata durante la guerra.


In India ivengono ancora cacciati per la loro carne inoltre vengono cacciati anche per le corna, a cui vengono attribuite presunte proprietà mediche.


L'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura e delle Risorse Naturali ha classificato il markhor tra le specie in pericolo, a causa del rischio di estinzione in cui potrebbe imbattersi in un futuro prossimo se non vengano messe in atto apposite misure di conservazione. In natura ne rimangono solamente 2000-4000 esemplari.

Redazione

Commenti

ANIMALI: leggi anche...