EcoPlus

Lo sapevi che... la Lontra Marina è a rischio di estinzione?

Le cause principali della scomparsa di questa specie sono la caccia, l'urbanizzazione e l'inquinamento marino

La Lontra Marina è la sottospecie dalle dimensioni più ridotte tra quelle più appartenenti alla sottofamiglia delle Lontre. Il suo nome scientifico, "lontra felina", significa "lontra gatto" e in Spagna questo animale è infatti conosciuto come "gato marino".
 
La sua lunghezza può andare dagli 80 ai 110 cm circa esclusa la coda (che va dai 30 ai 35 cm circa), mentre il peso può arrivare fino a 6 kg.
 
La Lontra Marina è prevalentemente avvistata lungo le rocciose coste occidentali e sud-occidentali del Sud America.
 
La dieta della Lontra Marina è costituita principalmente da pesci e da invertebrati quali crostacei e molluschi (per quanto riguarda gli invertebrati), ma è un animale che, occasionalmente, si nutre anche di uccelli e piccoli mammiferi.
 
Si tratta di un animale solitario e raramente vengono avvistati gruppi composti da più di due o tre individui.
 
Le minacce principali all'esistenza di questo animale sono la caccia, l'intensa urbanizzazione e l'inquinamento marino.
 
In passato questa specie veniva infatti cacciata per la sua pelliccia. Tuttavia, in seguito all'introduzione di leggi che proibivano la vendita di pellicce e al calo della domanda, la caccia non viene quasi più praticata.
 
Negli ultimi decenni l'improvvisa urbanizzazione del Sud America ha rovinato l'habitat della Lontra Marina, rendendo più difficoltoso l'accesso alle aree utilizzate dall'animale per riprodursi e procacciarsi il cibo.
 
L'inquinamento marino è un'altra conseguenza dell'urbanizzazione del Sud America: l'habitat della Lontra Marina ora è gravemente contaminato da metalli pesanti e sostanze tossiche.

Redazione

Commenti

ANIMALI: leggi anche...