Nord Piave

Lo sapevi che... l'Elefante Asiatico è a rischio di estinzione?

Le cause principali della scomparsa di questa specie sono la distruzione dell'habitat e i cacciatori d'avorio

L'elefante asiatico, comunemente chiamato anche elefante indiano, è una delle tre sottospecie di elefante conosciuta. Abita prevalentemente lo Sri Lanka, l'isola di Sumatra, l'India, la Thailandia e il Vietnam.
 
L'animale è più piccolo rispetto al suo cugino africano: al garrese un esemplare maschio può raggiungere i 2,75 metri, mentre una femmina solitamente ha un'altezza di 2 metri e mezzo.
 
Inoltre l'elefante asiatico è facilmente riconoscibile grazie alle sue caratteristiche orecchie, piccole e piegate ai lati. La pelle è solitamente di color grigio. 
 
Le zanne vengono impiegate principalmente per segnare alberi (marchiando il territorio) e come strumento di difesa.
 
Una caratteristica dell'elefante francese è la sua intelligenza: la sua sviluppata corteccia cerebrale lo rende infatti uno degli animali di terra più intelligenti.
 
La distruzione dell'habitat mette a serio rischio l'esistenza di questo animale e può portare a conflitti tra l'elefante indiano e l'uomo. Come conseguenza, aumentano le morti per causa umana. L'uomo distrugge l'habitat di questo animale per poter convertire i terreni all'agricoltura e caccia gli esemplari di elefante indiano prevalentemente per la sua carne e per l'avorio delle sue zanne. Quest'ultima pratica è particolarmente diffusa sopratutto in Vietnam e Thailandia.

Redazione

Commenti

ANIMALI: leggi anche...