EcoPlus
Mental coaching: come evitare frustrazione quando finisci una lezione a cavallo (parte 2 di 2)

Mental coaching: come evitare frustrazione quando finisci una lezione a cavallo (parte 2 di 2)

Ti è mai capitato alla fine della tua lezione di scendere da cavallo ed essere insoddisfatto del lavoro svolto? Di provare quella sensazione di dispiacere per non essere riuscito a fare un bel lavoro, oppure di rabbia o di frustrazione? A me capitava molto spesso prima di capire che cosa accadeva nella mia mente e prima di sapere come allenarla per gestirla al meglio con il mental coaching.

_2017/Schermata-09-2458732-alle-08.22.00.jpg


_2017/Schermata-09-2458732-alle-08.22.22.jpg


1. ACCETTAZIONONE
 
Accetta il fatto che l’equitazione è uno Sport che si fa in due!
 
Siete due esseri viventi con il vostro carattere, umore, condizione fisica, mentale ed emozionale e sarete diversi ogni giorno.
 
Accetta il fatto che il tuo cavallo è un essere a se e non un’attrezzatura sportiva.
 
Accetta il fatto che il tuo cavallo sarà diverso ogni giorno e diventa consapevole del fatto che mettersi a ricercare in modo ossessivo esattamente la stessa sensazione o la stessa intesa del giorno precedente ti porterà solo a frustrazione.
 
Il tuo cavallo sarà in qualche modo diverso dal giorno prima così come lo sarai tu, magari un pò più rigido, più arzillo, meno concentrato, insomma diverso!
 
Accetta il fatto che magari non troverai la sensazione del giorno precedente ma che quella che troverai oggi va bene lo stesso.
 
Accetta che oggi il tuo cavallo è così e trova il meglio di voi.
 
E nell’accettarlo ricordati di Amare sempre il tuo cavallo!
 
 
 
2. CAMBIAMENTO
 
Accetta il Cambiamento!
 
Negli altri Sport in generale quello che può cambiare sono i fattori esterni: i terreni di gioco, la temperatura, gli avversari o gli orari.
 
In Equitazione esistono tutti gli stessi fattori esterni più tutti quei fattori che possono influenzare il tuo cavallo.
 
Ci saranno dei giorni in cui il tuo cavallo sarà diverso dal solito, avrà più difficolta ad eseguire certi esercizi, magari semplicemente perché ha dormito in una posizione strana o ha sonno o altro.
 
Se ogni volta che senti il tuo cavallo diverso entri in crisi allora vivrai male la tua lezione a cavallo, se invece ti alleni ad apprezzare il cambiamento allora diventerà una gioia indipendentemente dalle condizioni che vivrai.
 
Allenati ad accettare e a vivere il cambiamento come una condizione “normale” e non una condizione sfavorevole.
 
Per fare questo è importante fare attenzione a quello che ti dici ogni volta che senti il tuo cavallo diverso dal come lo vorresti.
 
Invece di chiederti: “Perchè oggi è così...? “
 
Chiediti: “Come faccio a dare il meglio con quello che ho oggi?” “Cosa posso imparare oggi?”
 
In questo modo porterai la tua attenzione a come risolvere al meglio la situazione in cui ti trovi.
 
INVECE DI RICERCARE QUELLO CHE AVEVI IERI O LA SETTIMANA SCORSA, ALLENA LA TUA MENTE A CONCENTRARSI A FARE IL MEGLIO CON QUELLO CHE HAI A DISPOSIZIONE OGGI.
 
 
 
3. OBIETTIVI E ARMONIA
 
Indipendentemente dal livello in cui sei, poniti degli obiettivi ogni volta che sali a cavallo.
 
Porsi degli obiettivi ti da la giusta direzione su che lavoro fare e alla fine del lavoro potrai verificare di averli raggiunti.
 
Possono essere anche degli obiettivi semplicissimi come “oggi faccio lavoro in distensione e poi una passeggiata”.
 
CONCENTRATI NEL TROVARE L’ARMONIA E LA SINTONIA CON IL TUO CAVALLO.
 
La cosa importante è che tu finisca la tua lezione insieme al cavallo in modo di aver trovato l’armonia e la sintonia.
 
Se non riesci a trovarla vuol dire che l’obiettivo che ti sei posto per quel giorno è troppo alto per il tuo cavallo per cui abbassalo e termina comunque in sintonia e armonia con lui.
 
 
 
4. FLFLESSIBILITA'
 
Molte volte quello che crea frustrazione è il fatto di non aver raggiunto o non aver fatto quell’esercizio come volevamo.
 
Ricordati che sei insieme ad un essere vivente, alcune volte è meglio fare un passo indietro.
 
Sii flessibile, se all’inizio della tua lezione ti sei posto degli obiettivi ma poi ti sei reso conto che il cavallo non era totalmente a suo agio allora cambiali e abbassa il livello di richiesta in modo che comunque tu e il tuo cavallo possiate terminare la vostra lezione in armonia.
 
A meno che tu sia in campo prova per la finale di coppa del mondo puoi permetterti di finire prima la tua lezione, o di finire con un esercizio più semplice!
 
Nel fare questo verifica che il cavallo non ti stia prendendo in giro ma se sei un professionista questo lo riesci a capire da solo e se sei un amatore sarebbe utile farsi seguire da un istruttore, e in questo caso sta proprio a lui terminare la lezione prima o terminare con un esercizio che riuscite a fare bene entrambi per finire in sintonia.
 
 
 
5. INSEGNAMENTO E UMILTA'
 
Il più grande insegnante di ogni cavaliere è il Cavallo stesso.
 
Durante la tua lezione mettiti in ascolto e invece di dirti “ma perché fa così oggi?” chiediti “cosa mi sta insegnando oggi il mio cavallo?”
 
Questo atteggiamento mentale ti permetterà di avere più apertura mentale e di imparare di più...
 
Per crescere e migliorarsi è importante essere umili.
 
Nell’equitazione a volte fare un passo indietro aiuta a capire cosa si sta facendo e come mai il nostro cavallo non sta capendo i nostri aiuti.
 
 
 
6. ACCONTENTATI, PROVA GRATITUDINE
 
Comunque sia stato il lavoro che hai svolto a cavallo sii grato per aver trascorso del tempo con lui e accontentati di quello che hai fatto se hai comunque trovato l’armonia.
 
Alcune volte siamo così presi da tutte le cose che abbiamo da fare o da tutto quello che possediamo che ci dimentichiamo di provare gratitudine verso il nostro cavallo.
 
Ricordiamoci che abbiamo a che fare con un essere vivente che pesa circa 600kg che ci da il permesso di salirgli in groppa, non è così scontato se ci pensi.
 
Ricordati di essere grato e di ringraziare il tuo cavallo per tutto quello che ti sta dando e per quello che ti sta insegnando.
 
Approfondiremo ciascuno di questi elementi nei prossimi articoli
 
 
 
 
 
 
Se vuoi saperne di più: scarica gratis i primi 2 video del Programma di Allenamento Mentale per gli sport equestri che ho preparato per te qui:
http://sport.ekis.it/sportequestrintro e allenati con me per migliorare le tue performance a cavallo e nella vita.
 
 
 
Sono Eva Rosenthal, Campionessa di Dressage e Mental Coach.
 
Grazie al Mental Coaching ho vinto oltre 50 medaglie e ho partecipato ai Mondiali WEG!
 
Mi sono allenata mentalmente e poi mi sono specializzata nell’allenare altri atleti come Mental Coach, per questo motivo ho una preparazione unica nel supporto mentale degli sportivi e dei cavalieri.
 
Visita il mio sito per conoscere la mia storia e altre tecniche di allenamento mentale: www.evarosenthal.it

Redazione

Eva Rosenthal
Mental Coach,
campionessa di dressage



Fonte: INFORMA 03-2019 | Maggio - Giugno

Commenti

FORMAZIONE: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL elektronik sigara likit