Equigomma

Vi presentimao un´ottima lettura estiva: "Come l'arcobaleno tra una criniera"

Il nuovo romanzo per appassionati di equitazione, scritto da Paola Iotti

romanzo-arcobaleno-criniera.jpg

“Può apparire difficile da credere, ma osservare il paesaggio attraverso un paio di orecchie marroni invece che bianche rende tutto diverso.”

 

La frase richiama l’immagine della copertina del romanzo “Come l'arcobaleno tra una criniera”: la prospettiva di un cavaliere che scruta il mondo assieme al compagno nitrente, pronto a una escursione nella natura che si rivelerà anche un viaggio interiore.  
Un racconto delicato che cerca di descrivere gli eventi anche dal punto di vista equino.
Narra l'incontro tra una donna e due cavalli: non si tratta di animali prestanti ma di soggetti senza pretese scampati al macello.
Affetto e passione le permetteranno di costruire un gratificante rapporto, concretizzando sogni che parevano irrealizzabili. L'aggettivo impossibile viene spesso citato nel corso della storia, ma il suffisso iniziale è destinato a dissolversi trasformando l’improbabile in realtà, anche contro ogni apparente logica.
Come tessere di un misterioso puzzle gli eventi del passato e del presente si incastrano fra loro svelando un disegno inaspettato: si rende conto che le difficoltà poste nella vita dal destino hanno regalato opportunità per crescere, costruendo un equilibrio che illumina e consente di “vedere” l’essenza e l’armonia del mondo.
Rispolvera alcuni “segreti” rivelati da un saggio amico: li mette in pratica senza quasi accorgersene, comprendendo che spesso sono le persone a creare limiti all’azione e che i confini si possono allargare dando ascolto alla voce del cuore.
Parafrasando l'opera di Herrigel "Lo zen e il tiro con l'arco" si potrebbe scherzosamente sottotitolare il testo come "Lo zen e l'arte di andare a cavallo" in quanto sinergia e contrasto tra uomo e animale costituiscono lo spunto per considerazioni sulle relazioni umane e sul modo di porsi con il prossimo.
Il racconto tocca vari argomenti: una storia d’amore e passione tra la protagonista e un campione di equitazione s’intreccia con regole e caratteristiche della disciplina del dressage, un'indagine per scoprire il passato misterioso di un destriero s’inserisce nella gestione naturale dell’equino tramite barefoot, bitless e trattamento fitoterapico, per arrivare a un colpo di scena finale che porterà la protagonista a riflettere profondamente sulla fragilità e difficoltà dell'esistenza e trovare una ragione per continuare ad apprezzare il complicato mondo terreno.
Un’opera originale che piacerà agli appassionati di equitazione e anche a chi non conosce questo affascinante mondo ma dispone di animo sensibile e aperto.

 

L’autrice, Paola Iotti, con questo romanzo ha vinto il concorso letterario 2014 “Il mio caro amico” bandito dalla Casa Editrice Giovanelli di Bologna ed è finalista al concorso “Mangiaparole” di Roma 2015 organizzato dalla Casa Editrice Progetto Cultura.

 

Il libro si può trovare in versione cartacea o ebook presso i seguenti siti:
www.giovanelliedizioni.it
www.lafeltrinelli.it
www.amazon.it
www.hoepli.it
www.bookrepublic.it
store.kobobooks.com
www.libreriauniversitaria.it
www.libreriafernandez.it
www.unilibro.it
www.wuz.it
www.libreriacatt.goodbook.it

Redazione

Commenti

LIBRI: leggi anche...