Equigomma
Razze equine
Asino dell´amiata
Vedi la foto Gallery
con le immagini dei cavalli inviate dai lettori del portale.
LUOGO DI ORIGINE:
Monte Amiata, provincia di Grosseto (Regione Toscana).
ATTITUDINI:
Soma, tiro leggero e cavalcatura.
POPOLAZIONE:
Cavallo di interesse nazionale.
ALTEZZA AL GARRESE:
Maschi: 123 - 147
Femmine: 119 - 142
MANTELLO:
riga mulina e croce scapolare; zebrature agli arti; orecchie con
orlatura scura; infarinatura del muso e ventre grigio chiaro.
CARATTERISTICHE:
Temperamento nevrile, di buona indole, ma non arrendevole, sobrio, resistente e idoneo allo sfruttamento delle aree marginali.
STANDARD DI RAZZA:
- Testa: ben proporzionata; orecchie diritte e ben portate;
- Collo: forte e muscoloso;
- Spalla: tendenzialmente diritta e robusta;
- Garrese: appena pronunciato;
- Linea dorso-lombare: distesa, ma sostenuta;
- Groppa: spiovente;
- Petto: aperto;
- Torace: preferibilmente profondo;
- Arti: corti e solidi, con tendini asciutti;
- Articolazioni: larghe;
- Andature: regolari;
- Appiombi: corretti;
- Piede: robusto con unghia compatta.
- Circonferenza toracica: maschio 140 -160, femmina 120 - 150
- Circonferenza stinco: maschio 14 - 17, femmina 13 -16

DIFETTI CHE COMPORTANO L´ESCLUSIONE DAL REGISTRO ANAGRAFICO
- Mantello: presenza di pezzature, assenza totale o parziale di riga mulina o croce scapolare;
- Arti: assenza totale di zebrature su tutti e quattro gli arti;
Testa: fronte bianca e/o nera e/o presenza di liste o palle di neve;
- Taglia: marcatamente diversa dallo standard.

Lo Standard è stato definito da appositi Gruppi di Lavoro; sono stati effettuati i riscontri di campo e sono successivamente intervenute delibere di approvazione da parte della Commissione Tecnica Centrale.
DATI STORICI:
Alla fine dell'800 era ben individuabile attorno al gruppo montuoso dell'Amiata in Toscana, una popolazione asinina uniforme a mantello grigio con caratteristiche zebrature agli arti e croce scapolare.
La forma snella e la grande agilità degli asini amiatini gli permettevano di accedere in luoghi impervi e scoscesi. AI tempo stesso nevrile e di buona indole, ebbero ampia diffusione anche quali ripetuti vincitori dei tradizionali "pali ".
Grazie all'Istituto di Incremento Ippico di Pisa si è preservato un nucleo con ascendenti noti e con diverse linee di sangue.

R. Baroncini (1987) "L´asino il mulo il bardotto"
Equigomma NonsoloCavallo Equitation Technofitness Cover Technology Horse Point Luce EcoPlus Zooriz Gianni Guidolin Bianchi carrozze Sartore Pierluigi & C.